L'AUTOMOBILE COME DICO IO. SENZA VELINE, FUORI DEGLI SCHEMI

TRIBUTO ALLO JONIO 😉

PEUGEOT 508 –

Questa non è più una storia di machine*.

E’ una storia di vita.

Vera.

Vissuta dall’autore.

E’ un tributo alle persone che sono e saranno sempre nel mio cuore.

E’ un tributo ad un posto dove sono giunto pluri-fratturato.

Sono stato accolto e coccolato, viziato.

Ho trovato, qui, il sorriso.

Ho trovato, anzi ritrovato, il mare che amo da sempre.

Quel mare che ritempra, quel mare che fa rinascere.

Avevo deciso di fare questa puntata in un certo modo, quello annunciato in apertura.

In scaletta c’era la Peugeot 508, clip girata sulla costa calabrese.

Mentre sceglievo le immagini mi sono imbattuto in sequenze che mi hanno subito portato in quel posto seppure sia a oltre settecento chilometri da me.

Ed ho deciso che il minuto previsto per la macchina non andava bene, non sarei stato contento senza ricordare in questa clip chi mi è stato vicino in quei momenti.

E così la seppur magnifica 508 berlina passa in secondo piano, perché le amicizie ed i sentimenti di affetto e riconoscenza valgono di più.

Non ci sono tutti, qualcuno non ho fatto le sequenze, altri hanno rinunciato, sono timidi davanti all’obiettivo.

Ma tutti sono nei miei pensieri.

Arrivo ragazzi, appena posso schiodare sono da voi.

*MACHINE O MAGHINE, E’ UNA STORPIATURA VOLUTA, SPESSO USATA.

 

 

CREEPY&CREPY

Strisciante&Inquietante, Noir 2/ 00’53” Purtroppo per lóro una sentenza era stata emessa nel momento stesso in cui, quei quattro, erano stati così gentili di prestarsi al gioco. Non potendo immaginare, lóro, che in quel gioco erano stati voluti e coinvòlti pròprio per emettere quella sentenza. A Roma in quell’autunno piovoso dóvevano esser trovati i resti di quattro operazioni. Appostaménti, pedinaménti, sopralluoghi, erano attività divertenti che servivano a tenerlo in azione in quel periodo in cui, causa di forza maggiore, era obbligato a tener il profilo basso e non apparire.  Anche per quello pro, quello che usava come copertura alle sue lósche attività...

L’ARMA BIANCA

Tra questi pensieri… Ecco l’agnello sacrificale, per restar nel tema dominante – suo malgrado – di una cultura radicata in quella città più simile ad una torbida sagrestia che al faro della cristianità. Welcome to Shanghai. Così sta scritto in un murales dalle parti di un bel quartiere popolare di Roma. Uno di quei quartieri vissuti, quei quartieri con persone che conoscono l’Università del Strada. Gli occhi azzurri di Luigi la dicono lunga e raccontano di una vita da professore con cattedra in quella università.  Un uomo con occhi vispi, sguardo attento, uno sveglio. E’ lui che tra un taglio e l’altro, alle...

LA 400D

Alle quattro del mattino suonava la sveglia, il trillo delle sveglie di una volta e “Lui”, ancora fanciulletto preparava il tè. Dalla strada il suono del clacson di una #Opel #Kadett, quella degli Anni 60 con l’accenno americaneggiante delle pinne sul bagagliaio, gli metteva fretta.La domenica si passeggiava nelle zone d’acquitrini intorno a Pomezia, allora non costruita come oggi. Lì, in quelle vallette, mentre…  Leggi tutto sulla #Mercedes GLE, ma non ti aspettare – tu lettore – numeri, cavalli e pistoni. Un’inedita non convenzionale prova su strada che tra ricordi di gioventù e giri per Roma di notte racconta delle emozioni al...