#GIMS 2016, TOYOTA C-HR

 
 
 

#GIMS2016, Geneve International Motor Show, MASERATI LEVANTE, 00’53″ – ALFA ROMEO GIULIA, 01’22” – RANGE ROVER EVOQUE CONVERTIBLE, 01’33” – PEUGEOT 2008 MI-VIE, 01’13” – TOYOTA C-HR, 01’07” – DS E-TENSE, 01’36” – VOLKSWAGEN T-CROSS BREEZE, 01’32” – MAZDA RX-VISION, 01’15”

 

START A: MASERATI LEVANTE, 00’35” – ALFA ROMEO GIULIA, 01’31” – RANGE ROVER EVOQUE CONVERTIBLE, 02’56” – PEUGEOT 2008 MI-VIE, 04’33” – TOYOTA C-HR, 05’49” – DS E-TENSE, 07’00” – VOLKSWAGEN T-CROSS BREEZE, 08’39” – MAZDA RX-VISION, 10’17”

 
 
 

drivelife / vimeo

 
 
 
108521-201620gms_toyota20c-hr_06
(da drivelife per TV del 12 Marzo 2016) – TOYOTA C-HR, 01’07” – L’ovvietà di certe forme del passato è lo scheletro nell’armadio, ormai, dei designer che fino all’arrivo della C-HR presentata a Ginevra hanno sviluppato i progetti di Toyota. Non che oggi l’Auris o il RAV 4 brillino di soluzioni formali tali di poter essere definite dei capolavori, ma – insomma – rispetto al passato il passo in avanti è notevole. Poi a Ginevra 2016 la strambata, un passaggio nella navigazione a vela di particolare complessità, et voilà ecco il capolavoro che segna un’inversione di tendenza ed un distacco dall’ovvio che pochi altri costruttori hanno il coraggio di osare.
Le forme di grande complessità, l’intersezione di piani, i giochi di luci ed ombre, le superfici vetrate così rastremate da far sembrare la C-HR una coupé invece della solita SUV per papino-mammima+marmocchi. Sì, potrebbe ricordare BMW X4 ed X6, ma qui c’è molta più voglia di stupire, di osare, di trasgredire. Sia sufficiente guardare, nella fiancata, le profonde linee che accompagnano gli sportelli agli archi passaruota ed il robusto profilo di protezione tra i due cerchi.
La Toyota C-HR sarà costruita in Turchia ed uscirà dalla catena di montaggio equipaggiata con un sistema ibrido capace di 122 cavalli con emissioni inferiori a 90 grammi di CO2 per chilometro ed un miglioramento dell’efficienza termica del 40 per cento. In alternativa è disponibile il nuovo motore mille-e-due con 115 cavalli e successivamente anche un motore due litri. Due i sistemi di trazione, AWD e FWD, ossia quattro e due ruote motrici e cambio con sei marce, in alternativa il cambio CVT, anche per la trazione integrale. Un regalo Subaru.
 
 
 

GALLERIA FOTOGRAFICA


 
 
 

You may also like...

Leave a Reply