SUBARU LEVORG

SUBARU LEVORG ©lucaromanopix

SUBARU LEVORG ©lucaromanopix

SALGO SULLA GIOSTRA

(lr) – La prima impressione è quella che conta? Spesso. Ma non si può dimenticare che “mai fidarsi delle apparenze”. Qui le apparenze ci sono tutte. Il fatto è che la prima impressione è quella di un’automobile che deve essere un gran divertimento da guidare. A lungo. Essì, perché dopo che prendi confidenza con il volante, ed il telaio, questa Levorg mi sa che è capace di farti divertire come al luna park quando sali su quelle giostre, o le montagne russe, alla ricerca del brivido della “G”. Non siate sciocchi, quella “G” è da intendere come misura della accelerazione di gravità e non quell’altra “G”.
Che, secondo me, è molto più interessante.
Poche curve, pure in città, per capire che Levorg non solo sta piatta ma è incollata, inchiodata, asfaltata con l’asfalto. Insomma c’è da mettere dei Recaro Racing. Io li metterei con buona pace dei puristi. Il motore millessei è poco potente? (rispetto a WRX Sti) fa’ niente, tanto ti diverti in curva. Qui la sverniciatura è d’obbligo. Non posso, per decenza, scrivere altro. Anche perché quindici chilometri di traffico impazzito (a Roma) non sono certo un test approfondito sufficiente a raccontare emozioni al volante.

SUBARU LEVORG ©lucaromanopix

SUBARU LEVORG ©lucaromanopix

 

Credit –

Tutte le fotografie e le clip ©lucaromanopix – Vietata la riproduzione e la diffusione su e con qualsiasi mezzo e/o social network senza il consenso scritto dell’autore. Le fotografie sono file con firma digitale. Le fotografie sono protette secondo le norme vigenti in Italia del diritto d’autore.

You may also like...

Leave a Reply