NISSAN GT-R

“GOZZILLA”
DA SEMPRE UN’AVVERSARIA “DIFFICILE”

PER TUTTE, ANCHE LE BLASONATE
QUESTA L’EDIZIONE 2013:
0/100 IN 2,7, -0,1 vs LA EDIZIONE 2012

Raggiungere e superare la perfezione non è semplice, eppure è esattamente ciò che Nissan è riuscita a fare con la versione 2013 della storica GT-R. L’ultima evoluzione della coupé-simbolo di Nissan esordisce al Motor Show di Ginevra con un arsenale di migliorie e soluzioni ingegneristiche innovative.

Grande compostezza, risposta rapida e manovrabilità ancora più precisa: la nuova GT-R amplia gli orizzonti della mobilità ad alte prestazioni, che irrompe nel mondo reale con livelli di comfort e di guida senza precedenti.

Come tutte le Nissan, la GT-R 2013 ha attinto a piene mani all’eredità sportiva del marchio. Gli insegnamenti della 24 Ore del Nürburgring 2012 sono stati diligentemente applicati alla versione stradale, con eccellenti risultati in termini di reattività del motore e stabilità alle alte velocità.

MOTORE

L’acclamato V6 biturbo da 3,8 litri integra nuovi iniettori che assicurano un controllo più preciso dell’iniezione di carburante, ottimizzando in misura considerevole la resa del motore ai regimi medio-alti e, quindi, la rinomata flessibilità di GT-R.

Il turbocompressore è dotato anche di una nuova valvola di bypass, che elimina il calo di pressione dell’iniezione forzata quando l’acceleratore è sollevato, migliorando così la risposta del turbo e sostenendo l’accelerazione.

Infine, lo speciale diaframma aggiunto alla coppia dell’olio è progettato per stabilizzare la pressione del lubrificante e ridurre l’attrito volvente nelle dinamiche di guida più sportive.

Grazie a queste migliorie tecniche, la GT-R 2013 può raggiungere i 100 km/h in 2,7 secondi (0,1 secondi in meno rispetto al modello 2012).

SCOCCA E TELAIO

L’applicazione di speciali rinforzi in corrispondenza della traversa della plancia e dell’elemento strutturale del cruscotto conferisce maggiore rigidità strutturale alla scocca e affina il controllo delle sospensioni.

Anche le sospensioni sono state tarate ad hoc per il modello 2013 della GT-R: misurando il centro di rollio dell’auto in curva, gli ingegneri sono riusciti a ottimizzare il rapporto tra agilità ed equilibrio, mentre i ritocchi ad

ammortizzatori, molle e barra anti-rollio hanno prodotto un abbassamento del baricentro.

L’attento lavoro di messa a punto sul telaio e sulla trasmissione ha richiesto anche l’installazione di bulloni per le camme sulle sospensioni, al fine di migliorare la precisione della campanatura e la stabilità in curva, e l’aggiornamento degli alberi di trasmissione, ora più affidabili.

Per verificare la validità di queste delicate modifiche, gli ingegneri Nissan hanno sottoposto la GT-R 2013 a un intensivo programma di test sul famoso circuito tedesco del Nürburgring. Durante la sessione di maggio, l’auto ha segnato un tempo sul giro di 7 minuti e 19,1 secondi, ma il creatore della GT-R, Kazutoshi Mizuno, ha rivelato che 0,5 secondi sono da attribuire al traffico sul circuito. In sostanza quindi la GT-R 2013 è in grado di completare un giro in 7 minuti e 18,6 secondi, contro i 7 minuti e 21 secondi del modello 2012.

 

Leave a Reply