SEAT LEON

Ricetta fusion

 

L’EFFICIENZA TEDESCA SI FONDE CON LA PASSIONALITÀ SPAGNOLA:
NASCE COSÌ SEAT LEON SEAT LEON

 

– durata, 2’36’’
– testo speaker 



MALAGA, TEST DRIVE – (l’inviato) – La crema catalana è un dessert tipico della Catalogna, si presenta come un dolce soffice e cremoso sormontato da una pellicola croccante di zucchero caramellato. 
Il würstel, è un insaccato fatto con carni tritate, bovine e suine, tipico della Germania e dell’Austria.
Vi attira un piatto fatto con questi due ingredienti?
Se l’insolito connubio tra queste due gustose pietanze risulta quanto mai ardito, altrettanto non si può dire per quello che ha portato alla progettazione della nuova SEAT Leon. Il matrimonio tra l’efficienza tedesca e la passionalità spagnola è quanto mai riuscito.

 La Leon è stata completamente riprogettata, l’estetica morbida e tondeggiante del modello precedente lascia il posto a linee grintose e dal design pulito e minimalista.

Una “línea dinàmica” spezzata, che dal passaruota anteriore arriva fino ai fari posteriori, caratterizza la fiancata, così come il terzo finestrino corto sul montante posteriore che punta verso l’alto.
I proiettori full LED, disponibili a richiesta, oltre ad essere elemento che contraddistingue il nuovo linguaggio stilistico della SEAT, consentono alla spagnola di ottenere un primato, essendo la prima nel segmento delle compatte a offrire questa tecnologia.

 Con i suoi 4,24 metri di lunghezza, la Leon ultima generazione è cinque centimetri più corta rispetto alla serie precedente, mentre il passo è quasi sei centimetri più lungo, migliorando le proporzioni complessive e consentendo di ridurre gli sbalzi, migliorando la stabilità della vettura e il comportamento stradale.

 Il peso contenuto è una delle migliori doti della nuova SEAT Leon; utilizzando acciai ad alta e ad altissima resistenza, la carrozzeria della nuova Leon è stata alleggerita di 25 chilogrammi. L’impiego di materiali leggeri per tutti i componenti della vettura, dal propulsore, alla trasmissione e agli interni, ha consentito di ridurre ulteriormente il peso: rispetto alla versione precedente, è diminuito di 90 chilogrammi.

A dispetto di una lunghezza ridotta, la struttura intelligente del telaio MQB ha permesso di aumentare lo spazio interno, sia nell’abitacolo che nel bagagliaio; ora ha una capacità di 380 litri, 39 litri in più.

 Sedendosi sui sedili in pelle ribassati e sportivi della Leon, si avverte subito una sensazione di concretezza e di qualità, i materiali sono piacevoli al tatto su tutte le superfici e il quadro strumenti è elegante e caratterizzato dalle finiture bicolore.
I pulsanti e i comandi a bordo si trovano esattamente dove il conducente si aspetta che siano.

I propulsori sia benzina TSI che i diesel TDI sono tutti turbocompressi. La gamma dei motori benzina parte dal 1.2 86cv fino al 1.4 140cv. I diesel dal 1.6 90cv al 2.0 184cv. Gli allestimenti sono tre, REFERENCE, STYLE e FR.

Su strada la Leon ha un carattere agile e dinamico ma anche rigoroso. Lo sterzo è sensibile ma leggero e le sospensioni hanno il giusto mix tra comfort e sportività, anche se forzando l’andatura si perde un pochino il feeling col posteriore. Molto silenziosa in autostrada, si rivela un ottimo compromesso tra dinamismo e efficienza.

Anche se la commistione tra Spagna e Germania non vi convince e siete giustamente restii a provare la crema catalana con i würstel, vi esorto a provare la nuova SEAT Leon, è un sapore che una volta provato, convince.

SEAT LEON @drivelife.it magazine on line

SEAT LEON @drivelife.it magazine on line

 

You may also like...

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.