IN TV DAL 15 OTTOBRE

SCARICA DA YOUTUBE
SCARICA DA VIMEO

Roma di notte anche nei quartieri periferici, dove mai avrebbe immaginato di camminare, aveva il suo fascino. Un fascino triste: palazzi costruiti dagli artefici della peggiore speculazione edilizia, progetti messi in mano a bagnìni improvvisati carpentieri, al massimo in quelle di un geometra. I risultati erano sotto i suoi occhi, muri di cemento, alla faccia di ogni sacro principio urbanistico, popolati da finestre tristi con quelle luci fredde di ospedale, dove il risparmio si coniuga con temperature colore di camera mortuaria. “Lui” doveva girare da quelle parti, doveva cercare qualcuno. Doveva commettere un fattaccio che facesse muovere il culo di quelli della cronaca nera nelle redazioni dei residui cartacei di due gloriosi quotidiani. Gloriosi, insomma. Uno per vecchi pensionati, statali e militari in maggior parte, Il Tempo. L’altro il quotidiano per eccellenza di portinaie, cameriere, parrucchiere e militari in libera uscita. Il Messaggero. 

Paesaggi in netto contrasto con l’attività sicula, quando sin dal colore della vettura, un celeste pastello, aveva assaporato luci e tonalità del sud borbonico che amava tanto. 

E che gli avrebbe proposto pure il biondo cenere.

nel player di pagina l’ultima puntata distribuita,
la 2021 NUMERO UNDICI

LE MIE AUTOMOBILI

IN TV DAL 15 OTTOBRE

IL FATTACCIO ÷ ©lucaromanopix

NOTA BENE, NELLA FOTO È RAPPRESENTATA
UNA SCENA DEL CORTO PER LE TV
IN ONDA AD OTTOBRE.
LA PISTOLA IN MANO AL PROTAGONISTA
È UNA RIPRODUZIONE
non funzionante
MA FEDELE DI UN MODELLO COLT

WELCOME TO SHANGHAI – IN TV DAL 15 OTTOBRE / ©lucaromanopix