TE LA RACCONTO IO L'AUTOMOBILE, LE MIE AUTOMOBILI

TOM BARNABY

TOM BARNABY DICE:

“GUARDATI DALL’IRA DELL’UOMO PAZIENTE”

 

 

Dalla puntata in TV
dal 17 Dicembre 

 

Il meteo finalmente inclemente era l’atmosfera propizia per darsi da fare nell’oscurità delle strade di mezza periferia. Quelle strade dove i lampioni, a dispetto di fogge moderne danno poca luce, meno di un vecchio londinese a petrolio.

Più che a Roma pareva d’essere in qualche spregevole albiònica periferia d’oltremanica dove la pioggia e la scarsa illuminazione sono la rappresentazione per antonomasia del set di un film dell’orrore o di altri fattacci malavitosi. 

A “Lui” piaceva camminare dopo le abbondanti e fredde piogge per quelle strade.
Camminava in mezzo alla strada, in modo provocatorio.
Lo faceva apposta, non gli sarebbe dispiaciuto impartire qualche lezione al malcapitato di turno che avesse osato suonare un clacson o lampeggiare.

Camminava ed architettava il passo successivo da cómpiere.

 

Noir

Creepy&Crepy 9/ 00’52” Ad un tratto ebbe il desiderio di fare una visita al Tempietto, avrèbbe salutato Beppi (ciao Pa’)(RIP) […]

FATEVI UN PO’ DI CULTURA

C’era stato un tempo, ora lontano – molto – quando con la “Bionda-Balduinense” s’aveva l’abitudine di camminare. Nessuna distanza li […]

ORANGE FUSION

Il rosso e le geometrie a “Lui”, il mio feroce protagonista, sono sempre piaciute. Una ricerca puntigliosa di accostamenti di […]