drivelife / vimeo puntata del 12 Marzo


 
 
 
(da drivelife per TV del 12 Marzo 2016, approfondimenti) – VOLKSWAGEN T-CROSS BREEZE, 01’32” / START @ 08’39” – Il fenomeno è in crescita, il tipo di vettura ha elegantemente preso il posto delle station wagon, break… insomma le familiari per dirla in italiano. Il posto di guida alto, la maggior sicurezza di una posizione rialzata ed una nuova flessibilità degli interni, che era già applicata in molte station sono alla base del successo. Nulla di più perchè io – che per tratturi e strade non asfaltate, fango e polvere, ci vado davvero – una di queste fino ad ora NON l’ho mai incontrata. In compenso le trovo tutte davanti al bar… da Rosati a Piazza del Popolo al pariolino Bar delle Muse: un tripudio di crossover, suv, sav etc… insomma a tutto servono fuorchè alla marcia in fuoristrada, lamierati e meccanica costano… e poi è un po’ la filosofia dell’apparire invece che essere. Il mercato però è ricettivo, le previsioni sono di notevole sviluppo della domanda, che sacrifica però altri segmenti, e l’offerta non può che migliorare. In questo senso la gamma di Volkswagen – già ampia – si arricchisce di un nuovo modello, entry level, basato sulla meccanica della Polo. Con dimensioni leggermente più grandi offre quattro posti, la versatilità di una cross over e lo stile di una convertible. Trattasi di una crossover con capote in tela (stile la RR Evoque) ed a riprova che il Breeze sarà un’automobile fantastica, anche per apparire, con la quale viaggiare capelli nel vento c’è la descrizione della dotazione di accessori di bordo. Tutti per stupire, dalla nuova – fantascientifica – strumentazione stile jet con comandi by wire all’impianto audio con 300 watt di potenza ed addirittura un bagagliaio di ben trecento litri, valore di rilievo considerando che è necessario alloggiare la capote ripiegata. Il Breeze è equipaggiato con un motore di un litro, turbo-benzina-iniezione-diretta con 110 cavalli, 75 newton metri di coppia, trazione anteriore, cambio DSG, doppia frizione e sette marce. Velocità massima prossima ai 190 all’ora con accelerazione da 0 a 100 Km/h in 10 e 3. Consumi di cinque litri per cento chilometri ed emissioni di 115 grammi / chilometro. Serbatoio con capacità di quaranta litri per un’autonomia di circa ottocento chilometri. Il nuovo frontale, di forte impatto visivo di giorno e di notte, grazie alle ricercate soluzioni di design notturno, ha una identità di marca così forte che anche senza il grande logo mostrerebbe la sua appartenenza al gruppo tedesco e sarà riproposto in tutti i modelli crossover della casa di Wolfburg che seguiranno alla Breeze. La gamma attualmente articolata su T-ROC, Tiguan, Tiguan XL e Touareg sarà aggiornata nei prossimi anni, proprio a partire dal lancio della Breeze che è previsto in tempi brevi (prossimo anno) valutando le dichiarazioni rilasciate in occasione del salone svizzero.
 
 
 
Il prototipo che Volkswagen ha presentato a Ginevra 2016 identifica una nuova tipologia di crossover-cabriolet compatto e per quattro posti che si inserisce in un mercato di automobili tanto di moda sia in città che fuori delle mura. Ma identifica anche lo stile che il colosso tedesco adotterà per tutta la gamma di vetture multiruolo, dalla più piccola, la prossima T-Cross Breeze, alla grande Touareg. La nuova strategia di prodotto di Wolfburg da ora proporrà automobili efficienti ma emozionali.
 
 
 

drivelife / vimeo VOLKSWAGEN T-CROSS BREEZE


 
 
 

GALLERIA FOTOGRAFICA


 
 
 

HUBNUT DRIVELIFE / vimeo #GIMS2016

 

 
 
 

HUBNUT DRIVELIFE / vimeo clip prodotto

 

 
 
 
DRIVELIFE DEL 12 MARZO
GUARDA D+
http://car.18×24.it
http://www.drivelife.it
http://www.drivelife.it/clip/
http://www.drivelife.it/dlnew/
http://www.drivelife.it/moto/
http://www.drivelife.it/car/
http://www.drivelife.it/drivelifeintv/
http://www.drivelife.it/pics/
http://www.drivelife.it/dresscode/

https://flipboard.com/@mrlukkor/drivelife-q5flocp8y