TIMELINE 11’ 52” *** TOYOTA AYGO GINEVRA 2014, 00’ 52” – BMW SERIE 4 CABRIO, 01’ 03” – MINI, 02’ 03” – FIAT 500L, 01’ 57” – ALFA ROMEO GIULIETTA, ALFA ROMEO MITO, 02’ 05” – RENAULT KWID, 01’ 30” – FORD EXPEDITION, 00’ 32”

TOYOTA AYGO

IL SALONE DI GINEVRA PORTA IL DEBUTTO DELLA NUOVA VERSIONE DELLA APPREZZATA CITY CAR

DURATA, 00’ 52” –  Il mercato delle compatte dedicate alla città si è, con rapidità, evoluto e, complice la crisi, sviluppato in forza delle dimensioni dei modelli e delle cilindrate contenute dei motori. Stile ed abitabilità, invece, segnavano il passo per colpa della progettazione “datata”.

Quindi nuovo impulso a questa categoria di modelli: Toyota, Peugeot e Citroen aggiornano le loro cittadine. Apre questa puntata di Drivelife la Toyota, mentre i francesi hanno già annunciato le loro versioni. Tutte si faranno notare per il design e l’abitabilità, ora i loro punti forti.

La nuova Toyota AYGO sarà la protagonista dello stand Toyota al prossimo Salone di Ginevra (4-16 Marzo 2014). Con un indirizzo stilistico denominato “J-Playful” si propone di elevare i concetti di fun to drive e personalizzazione nel segmento delle city car

BMW SERIE 4 CABRIOLET

MONACO SOTTOLINEA IL DISTACCO DALLA SERIE COSTRUTTIVA PIÙ PICCOLA CON UNO STILE DIVERSO E NUOVE SOLUZIONI TECNICHE PER UNA DINAMICA DI MARCIA “PREMIUM”

DURATA, 01’ 03” –  La nuova BMW Serie 4 Cabrio inaugura un’era nuova di modelli Cabrio BMW di classe media. Il nuovo stile introdotto con la BMW Serie 4 Coupé si esprime anche nel secondo modello della famiglia, la BMW Serie 4 Cabrio, fungendo da riferimento per dinamismo, eleganza e divertimento di guida, sia a capote aperta che chiusa. Oltre al design specifico, la BMW Serie 4 Cabrio si distingue dalla BMW Serie 3 attraverso numerose soluzioni tecniche.

Al momento di debutto della BMW Serie 4 Cabrio vengono offerti un motore a benzina sei cilindri in linea (BMW 435i Cabrio), un motore a benzina a quattro cilindri (BMW 428i Cabrio) e un quattro cilindri diesel (BMW 420d Cabrio). I motori coprono un arco di potenza da 135 kW/184 CV a 225kW/306 CV e funzionano con l’attuale tecnologia BMW TwinPower Turbo. I modernissimi propulsori assicurano alla BMW Serie 4 Cabrio degli eccellenti valori di accelerazione e di elasticità a consumi ridotti e soddisfano già ora la norma antinquinamento Euro 6.

MINI, LA NUOVA MINI

AUMENTANO TUTTE LE DIMENSIONI MA DIMINUISCONO I CILINDRI: DISPONIBILE NELLA GAMMA ANCHE UN TRE CILINDRI CON BEN 136 CAVALLI

DURATA, 02’ 03” –  Al momento del lancio della nuova MINI nella primavera 2014 saranno disponibili tre propulsori sviluppati completamente ex novo, equipaggiati con la tecnologia MINI TwinPower Turbo. Nella nuova MINI Cooper un motore tre cilindri a benzina eroga una potenza di picco di 100 kW/136 CV. Il quattro cilindri a benzina della MINI Cooper S sviluppa 141 kW/192 CV. La nuova MINI Cooper D viene alimentata da un motore tre cilindri diesel da 85 kW/116 CV. Poco tempo dopo l’inizio delle vendite la gamma di modelli sarà completata da due varianti d’ingresso: la MINI One D equipaggiata con motore tre cilindri diesel da 70 kW/95 CV, seguita a breve distanza dalla variante di motore tre cilindri a benzina MINI One da 75 kW/102 CV.

Un’altra novità: il cambio manuale di serie a sei rapporti e il cambio automatico a sei rapporti, offerti come optional per tutte le motorizzazioni, ad eccezione della MINI One D. Grazie al maggiore rendimento della tecnica di propulsione, agli ampi interventi della tecnologia MINIMALISM, nonché all’ottimizzazione del peso e alle caratteristiche aerodinamiche perfezionate, è stato raggiunto un calo del consumo di carburante fino al 27 percento rispetto ai modelli precedenti.

Con un consumo nel ciclo combinato di 3,4 – 3,5 litri per 100 chilometri e delle emissioni di CO2 di 89 – 92 grammi per chilometro, la MINI One D marca dei nuovi primati nella riduzione del consumo di carburante e delle emissioni (valori nel ciclo di prova UE, variabili a seconda della misura dei pneumatici selezionata). Tutte le varianti di modello della nuova MINI soddisfano inoltre la norma antinquinamento Euro 6.

Delle classiche proporzioni MINI, la caratteristica tripartizione tra corpo vettura, greenhouse che avvolge la scocca senza soluzione di continuità e tetto, nonché una nuova interpretazione degli stilemi di design, descrivono la linea esterna del nuovo modello, cresciuto in lunghezza di circa dieci centimetri. Gli interni offrono un maggiore comfort ai quattro posti e un volume del bagagliaio ampliato di 51 litri a 211 litri.

Inoltre è stata notevolmente ampliata l’offerta di sistemi di assistenza del guidatore disponibili come optional. Per la nuova MINI vengono offerti per la prima volta l’Head-Up-Display che fuoriesce dietro il piantone dello sterzo, il sistema Driving Assistant con regolazione attiva della velocità su base di una telecamera, l’avvertimento di rischio di tamponamento e di investimento pedoni, l’High Beam Assistant e il riconoscimento della segnaletica stradale, nonché il Park Assistant e la telecamera di retromarcia.

FIAT 500L GAMMA 2014

NUOVI MOTORI E NUMEROSE VERSIONI SPECIALI, CON RICCHI EQUIPAGGIAMENTI PER IL BEST SELLER DI TORINO

DURATA, 01’ 57” –  In occasione del lancio della nuova Fiat 500L Beats EditionTM e delle nuove motorizzazioni da 120 CV, la gamma del modello 500L si aggiorna razionalizzando l’offerta e proponendo alcune importanti novità di prodotto come l’inedita tinta metallizzata di carrozzeria Blu Venezia, disponibile anche in combinazione con il tetto bianco e sempre accoppiata alla nuova selleria grigio/nero in tessuto e pelle.

A seconda dei mercati in cui viene commercializzata, la nuova gamma 2014 del modello Fiat 500L si compone di 3 allestimenti (Pop, Pop Star e Lounge) e della serie speciale 500L Beats EditionTM. Inoltre, sono disponibili numerosi optional e accessori che, per comodità di scelta e vantaggio economico per il cliente, possono essere acquistati anche in pack specifici quali ‘Pop Star Pack’, ‘Lounge Pack’ e ‘Trekking Pack’. Tra i tanti contenuti proposti a richiesta ricordiamo: autoradio Uconnect CD/MP3  con touch screen da 5″, sensori di parcheggio, i cerchi in lega 17″, airbag per la protezione delle ginocchia, parabrezza termico, sistema audio premium Beats, macchina da caffè Lavazza, sedili anteriori riscaldati, tetto apribile SkyDome a comando elettrico e specchio retrovisore sorveglianza bambini.

In Italia, la gamma parte dalla versione Pop che prevede una dotazione di serie di assoluto interesse. Nel campo della sicurezza, ad esempio, sono presenti due airbag anteriori, due window-bag e due airbag laterali, oltre all’ABS con EBD, ai proiettori anteriori con funzione DRL (Luci diurne) e al sofisticato sistema ESC completo delle funzioni ASR, Hill Holder, MSR, DST ed ERM.

Allo stesso modo, per il massimo del comfort, sono sempre di serie: volante regolabile in altezza e profondità, alzacristalli anteriori elettrici, servosterzo elettrico Dualdrive con funzione “city”, sedile guida regolabile in altezza, chiusura centralizzata e il telecomando per l’apertura delle porte. Inoltre, l’allestimento Pop Star di Fiat 500L offre anche il sedile posteriore a 3 posti sdoppiato (40/60) scorrevole e richiudibile attraverso la funzione “Fold&Tumble System”, comodi vani portaoggetti sulla plancia (uno aperto e due con chiusura a sportello) e l’utile cargo “magic space”. Completano le dotazioni di questa versione il sistema Start&Stop(su 0.9 Twin Air e 1.3 Multijet) , la predisposizione audio con 4 altoparlanti e 2 twitter, tergilunotto e sistema Fix&Go.

L’allestimento Pop Star è contraddistinto da fasce paracolpi laterali con inserto in acciaio inox, specchi retrovisori esterni con comando elettrico e disappannamento verniciati  in tinta carrozzeria, radio CD/MP3 Uconnect con display touch screen da 5″ (disponibile anche in versione ‘Radio Nav’ con navigazione integrata TomTom,), volante in pelle con comandi radio e pomello cambio in pelle. Al già ricco equipaggiamento della 500L Pop, la versione Pop Star aggiunge il cruise control e il climatizzatore manuale con filtro antipolline.

Per chi, poi, vuole il massimo in termini confort e tecnologia c’è l’allestimento top di gamma Lounge che, rispetto alla versione Pop, offre in più cruise control, climatizzatore manuale, specchi retrovisori esterni con comando elettrico e disappannamento, radio CD/MP3 Uconnect con display touch screen da 5″ (disponibile anche in versione ‘Radio Nav’), volante e in pelle con comandi radio e pomello cambio in pelle. Sempre di serie cerchi in lega da 16″, fasce paracolpi con inserto in acciaio inox, fendinebbia, fari automatici, appoggiabraccia posteriore, sensore pioggia, specchio retrovisore interno elettrocromico, tetto in vetro fisso sedili anteriori attrezzati, alzacristalli posteriori elettrici, climatizzatore automatico bizona con filtro antipolline.

ALFA ROMEO GIULIETTA E MITO

ADEGUAMENTO ALLE NECESSITÀ DEL MERCATO CON NUOVI MOTORI E PREZZI MOLTO VANTAGGIOSI

DURATA, 02’ 05” –  Da oggi, presso gli showroom Alfa Romeo presenti in Italia è possibile ordinare le nuove motorizzazioni dei modelli Giulietta e MiTo Model Year 2014, due vetture che interpretano nei rispettivi segmenti i valori autentici del brand: stile italiano, prestazioni ed eccellenza tecnica finalizzata al massimo del piacere di guida in piena sicurezza.

In particolare, la Giulietta Model Year 2014 porta al debutto il nuovo 2.0 JTDM da 175 CV con cambio Alfa TCT che assicura sia i vantaggi tipici dei motori turbodiesel sia il comfort che solo una trasmissione automatica può regalare. Disponibile sulle versioni Distinctive ed Exclusive, i prezzi di listino della nuova motorizzazione sono rispettivamente 30.450 euro e 31.900 euro.
Novità anche per la gamma 2014 di Alfa Romeo MiTo con l’inedito 1.4 Multiair Turbobenzina 140 CV abbinata al cambio Alfa TCT. Brillante e prestazionale, la nuova motorizzazione equipaggia esclusivamente la versione Distinctive ed ha un prezzo di listino che parte da 21.000 euro.

Il nuovo turbodiesel è dotato del sistema di iniezione Multijet di seconda generazione che permette di ottimizzare la combustione motore in tutte le condizioni di funzionamento, garantendo al contempo riduzione di consumi e rumorosità.

L’adozione di un turbocompressore di piccole dimensioni permette al propulsore di esprimere ai bassi regimi una coppia ai vertici della categoria (350 Nm a 1.750 giri/min) offrendo così la massima elasticità di marcia. Non solo. Così equipaggiata la nuova Alfa Romeo Giulietta Model Year 2014 registra ottime prestazioni: 219 km/h di velocità massima , 7,8 secondi di accelerazione da 0 a 100km/h, 4,4 l/100km di consumi e 116 g /km di CO2 (nel ciclo combinato).

La voglia di essere all’avanguardia è nel DNA di Alfa Romeo MiTo: infatti, dopo essere stata la prima vettura a proporre il rivoluzionario motore MultiAir, è anche stata la prima automobile in Italia a proporre il cambio automatico Alfa TCT accoppiato al motore 1.4 Multiair Turbo 135 CV (premiato come Migliore Nuovo Motore dell’Anno 2011) e al sistema Start&Stop.

Oggi sull’Alfa Romeo MiTo Model Year 2014 debutta la nuova motorizzazione 1.4 Multiair Turbobenzina 140 CV abbinata al cambio Alfa TCT che regala ottime performance: velocità massima 209 km/h e accelerazione 0-100 Km/h in soli 8,1 secondi. Il tutto a fronte di emissioni e consumi contenuti: nel ciclo combinato, i dati sono rispettivamente 5,4 l/100Km e 124 g/km di CO2.

RENAULT KWID CONCEPT

FORSE NON ARRIVERÀ MAI IN EUROPA MA IL PROTOTIPO INDO-FRANCESE PROPONE SOLUZIONI ORIGINALI E DIVERTENTI, REINTERPRETANDO IL CONCETTO DEL DUNE BUGGY

DURATA, 01’ 30” –  Kwid Concept, svelato al Salone dell’Auto di New Delhi, sottolinea sia l’impegno di Renault sui nuovi mercati, come l’India, sia la capacità dell’azienda di dar vita a prodotti attraenti nel segmento delle berline compatte. Il design simpatico, che allo stesso tempo esprime robustezza, insieme agli equipaggiamenti «hi­tech», ha lo scopo di rispondere alle attese dei giovani consumatori di questi mercati.

Vi proponiamo questa clip pur sapendo che, con molta probabilità, da questo concept non deriverà alcun modello per il mercato europeo, ma il trailer prodotto dai francesi è molto “carino”.

Kwid Concept è stato concepito grazie all’apporto tecnologico di Renault Design India e rappresenta il secondo petalo – definito «Explore» – della strategia di design di Renault basata sul “ciclo di vita”.

Le proporzioni e le dimensioni del veicolo, insieme ai suoi sbalzi molto ridotti, danno l’impressione di un veicolo pieno d’energia, mentre le sue ruote sovradimensionate sporgono oltre i parafanghi e fanno sembrare il Kwid Concept simile a un buggy.

Al di là dello stile ludico e immaginativo del concept­car, Kwid Concept è anche equipaggiato di numerosi dispositivi tecnologici, tra i quali in primo luogo il «Flying Companion». Primo strumento di questo tipo nel campo automobilistico, il «Flying Companion» ha per obiettivo quello di offrire una guida al tempo stesso piacevole e sicura. Emergendo dalla parte posteriore scorrevole del tetto di Kwid Concept, il «Flying Companion» può essere attivato in due modalità: la modalità «automatica», che utilizza una sequenza di guida pre­programmata e la localizzazione tramite GPS, e la modalità «manuale», che permette di controllare il suo funzionamento tramite i comandi del tablet a bordo del veicolo. Il «Flying Companion» può essere utilizzato per svariati scopi, come ricevere informazioni sul traffico, scattare foto al paesaggio, o rilevare ostacoli sulla strada.

FORD EXPEDITION 2015

GLI AMERICANI DIMOSTRANO LE INTENZIONI “PREMIUM” E IL RINNOVATO INTERESSE PER IL MERCATO EUROPEO, DA ALTRI DATO PER SPACCIATO

DURATA, 00’ 32” –  Scrivemmo, qualche tempo fa, che Ford sta applicando un programma di potenziamento e sviluppo della sua presenza sul mercato europeo. Al contrario di altri il costruttore americano investe risorse e propone nuovi modelli: ecco quella che possiamo definire l’anti Range Rover. Si tratta del modello Expedition previsto per il prossimo anno. Nuovo design e motore di tre litri e mezzo, assistito dalla migliore tecnologia Ford per la dinamica di marcia.

P90142690_highRes