SUBARU OUTBACK

CASELLO-CASELLO

(luca romano) – Alla fine è accaduto un’altra volta. Da tempo non avevo più voglia di fare “casello-casello”. Questa volta la vettura in prova era troppo “intrigante” per non crearsi la scusa di fare Roma-Milano-Roma in auto ed in giornata. Mi piace troppo guidare.
Non sono stato capace di cedere alle lusinghe di Trenitalia e nemmeno a quelle di un vettore aereo.
L’aereo personale l’avevo parcheggiato sotto il platano davanti casa. Bella, mi piace molto lo stile, grande e comoda. Già sperimentata per una “scappatina” a Castelluccio di Norcia.
Mi piace troppo guidare le Outback per rinunciare all’opportunità. C’è stata pure la congiuntura del meteo favorevole, uno degli ultimi giorni d’estate, anche se il calendario già segna l’ingresso dell’autunno.
Infine, per completare il quadro idilliaco che mi ha messo al volante della Outback, il giorno della settimana che statisticamente è tra i più favorevoli al “casello-casello”.

E così è stato… Roma, Grosseto, Livorno, La Spezia, Parma: Milano. Magnifico.

(segue…)

Segui Subaru Outback su drivelife e drivelife/review

PP3+PP5: SET ABRUZZO – BARISCIANO

PP3+PP5: SET UMBRIA – CASTELLUCCIO DI NORCIA

SUBARU OUTBACK, SET BARISCIANO ©lucaromanopix
SUBARU OUTBACK, SET BARISCIANO ©lucaromanopix

Credit –

Tutte le fotografie ©lucaromanopix – Vietata la riproduzione e la diffusione su e con qualsiasi mezzo e/o social network senza il consenso scritto dell’autore. Le fotografie sono file con firma digitale. Le fotografie sono protette secondo le norme vigenti in Italia del diritto d’autore.

 

SUBARU FORESTER LINEARTRONIC

IL MATTINO HA L’ORO IN BOCCA

Il colore, quel colore bordeaux, è stata la croce e la delizia di questo set fotografico. Come da copione non sono molto contento del risultato. Avrei voluto qualcosa di più coinvolgente, di più forte impatto di colore ed ambiente. Magari con situazioni più estreme.

Anche se, bisogna affermare, che Piazza di Spagna e la “Barcaccia”, a Roma, di domenica mattina alle cinque, è un set abbastanza estremo. Ed anche delicato. Mi (ci) aspettavo(mo) almeno una pattuglia di “pizzardoni”, invece, nessuno. Oddio un’Ombra s’è manifestata. Discreta, quasi insignificante. Ma aveva un auricolare. L’Ombra ed il suo proprietario mi sono passati vicino, molto vicino. Ero intento a fotografare e non li ho visti arrivare. Non avevo la radio ed il “socio” che guidava la Subaru non mi ha potuto avvertire. Me li sono trovati ad un tiro di schiaffo dalla faccia. Se avessero voluto… mi sarei trovato con un paio di braccialetti senza neanche accorgermi. Ma “loro” hanno capito che ero (eravamo) lì senza velleità terroristiche e così si sono messi all’angolo tra la piazza e Via Condotti ad osservare la scena, illuminati dal lampione e dalla Luna, pienissima, astronomicamente parlando. Poi si sono rotti le palle e sono andati via. Dove non lo so. Da quelle parti, oltre alla “Barcaccia”, gli obiettivi sensibili sono molti, ad esempio l’ambasciata di Spagna. Ora che ci penso, mentre a distanza di una settimana scrivo, non c’era neanche la Defender dell’Esercito Italiano. Tutti a dormire?, meno “lui” e la sua Ombra?
Il set Bridge, quello del ponte, in qualche modo si avvicina ad uno scatto ideale, ma non è che le campate dell’autostrada per l’aeroporto di Fiumicino siano un ambiente esclusivo. Nelle prossime settimane sarà presentata la Levorg. Spero me la diano di un bel colore. I presupposti, secondo il nuovo pensiero dominante, sembra ci siano.
SUBARU FORESTER LINEARTRONIC AWD ©lucaromanopix
SUBARU FORESTER LINEARTRONIC AWD ©lucaromanopix