Lunga vita alle roadster

Due giorni di “colore”.
Voglio definirli così per lasciare spazio alle impressioni
che Florinda, Enrico e Gianni mi hanno raccontato.

“Ho la prima MX5, quella con i fari a scomparsa…” racconta Florinda. “Mi piace, mi entusiasma la sua semplicità. E’ un aspetto che riguarda tutta la macchina. Tanto per la dinamica quanto per la meccanica. Posso anche azzardare piccoli interventi di manutenzione. Mi piace conoscere la mia automobile fino in fondo”. Barcellona? “Ho ritrovato la stessa genuinità della mia MX5. Ho incontrato tanti amici, abbiamo in comune la stessa passione per questa automobile, la viviamo con la stessa intensità e siamo tutti in sintonia. Davvero una gran bella festa per salutare la nuova…”

Enrico è entusiasta, la sua voce è carica di gioia. “E’ diversa dalle altre ma trasmette una grande passione”. Ed aggiunge “E’ un’automobile molto comunicativa”. “Hanno mantenuto la stessa distribuzione dei pesi, cinquanta-e-cinquanta, ma è più leggera. Mi aspetto grandi emozioni al volante, peccato dover aspettare l’anno prossimo”.

Gianni è più – posso dire? – pacato, ma le sue definizioni della MX5 sono di grande creatività. “Ti fa sentire tutt’uno con la macchina, lei è un organismo, quando la guidi senti i muscoli che si tendono, come quelli di un cavallo al galoppo. Ha un che di animalesco, la senti viva mentre la guidi”. “E’ un’automobile da intenditori, rappresenta un perfetto equilibrio di tradizione, dinamica e tecnica. Non è – come altre – troppo di lusso, troppo sportiva, troppo tecnologica. E’ perfettamente bilanciata in ogni suo aspetto”.
Poi la “stoccata” finale, meravigliosa definizione. Che quelli del marketing e della pubblicità dovrebbero far loro.
E’ sempre Gianni, un vero creativo, che pronuncia la sentenza.

“Non è una supermodella,
hai presente la bella compagna di banco in classe?
Ecco, è lei”.

Perfetto. Non puoi, non devi, aggiungere nulla. E’ perfetto.

Due giorni con la nuova MX5 a Barcellona. Una grande festa che ha (letterale) coinvolto i fan di tutta Europa per il primo contatto con un’automobile che riuscirà ad interpretare con il suo design, con il suo fascino, tutti quei valori che Miata prima, ed MX5 poi, hanno conquistato cuore e mente di tanti entusiasti possessori in tutto il mondo.

all-new MX5 - (c) G.Reteuna

all-new MX5 – (c) G.Reteuna

 

Si ringraziano

Florinda Maraschi
Enrico Vadora
Giovanni Reteuna
Ines Boccato

 

In collaborazione con il RIM, Registro Italiano Mazda MX5

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>